WALL STREET SI PORTA SUI MINIMI ASPETTANDO LA FED E IL REFERENDUM SULLA BREXIT

(allnews365) – Wall Street resta al palo al giro di boa, dopo la chiusura pesantemente negativa delle borse europee, sui timori per l’avvicinarsi del referendum sulla Brexit: i sondaggi danno una situazione fortemente incerta.

A disturbare i mercati c’è anche l’attesa per le decisioni della Fed, in vista dell’annuncio del FOMC mercoledì sera.

Sul listino USA continua la seduta poco sotto la parità, il Dow Jones cede lo 0,42%, portando avanti la scia ribassista di tre cali consecutivi, avviata giovedì scorso; sulla stessa linea l’indice S&P-500, che scambia sotto i livelli della vigilia a 2.086 punti (-0,5%). Sotto la parità il Nasdaq 100 (-0,67%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Information Technology (-0,90%), Materiali (-0,77%) e Beni di consumo primario (-0,69%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, Exxon Mobil (+0,93%), McDonald’s (+0,75%), Intel (+0,69%) e Walt Disney (+0,51%).

La peggiore performance è quella di Microsoft, che segna un -2,79%, dopo l’annuncio dell’acquisto di LinkedIn.

Sotto pressione American Express, con un forte ribasso dell’1,90%.

Soffre Visa, che evidenzia una perdita dell’1,55%.

Calo deciso per Apple, che segna un -1,48%.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *